sabato 23 giugno 2012

Tostatura del malto nel forno di casa


Può risultare utile se servono piccole quantità di malti tostati senza dover tenere aperto un pacco da 1 Kg per mesi o semplicemente per il gusto di farsi da solo i malti speciali sperimentando tostature personali.


Mentre è molto difficile prodursi il malto in casa è molto semplice riprodurre il processo di tostatura.


Si parte sempre da un malto base ricco di enzimi (Pale o Pils) potendo produrre malti come: Amber Biscuit Brown Chocolate.


Essicazione del malto divisa in due fasi:


1 KILNING- diminuzione dell’umidità, 40 C° per 48 ore fino ad arrivare ad un umidità del 4-5%


2 CURING- tostature vera e propria al variare della temperatura e della durata avremo malti diversi


Proprio la fasi Curing è quella riproducibile nel forno di casa.





Malto-temperature-tempo


Amber  140 C°  30-40 min.


Biscuit  155 C°  30-40 min.


Brown 180 C°  30-40 min.


Chocolate  230 C°  60 min.


Per controllare la tostatura  prendere un chicco prima di iniziare e romperlo per vedere il colore interno, durante la tostaura si prende un chicco e si controllo il colore interno fino a quando non si arriva al colore desiderato.



Anche altri cereali oltre l’orzo possono essere tostati come il frumento o l’avena. Per una Oatmeal Stout ho tostato il malto d’avena a 180 C° per 25 min, il risultato è un aroma molto biscottato.



Durante la tostatura si creano sottoprodotti chimici che rendono la birra ruvida con sapore di cenere,questi prodotti sono volatili quindi è consigliabile far riposare i malti tostati 15 giorni prima di utillizarli.


Malto d'avena tostato:





Malto Chocolate
il risultato non è molto omogeneo nonostante averlo girato ogni 10 min per 1 ora



Particolare dell'interno dei chicchi del chocolate prima e dopo la tostatura





Nessun commento:

Posta un commento